HOME » Antologia
22
set

Antologia

scritto da Sergio , in: Giallo

I romanzi gialli ( quelli buoni, ovviamente,) fanno parte della letteratura? Chi avesse seguito  questo blog avrebbe detto: No!

Senza aver svolto estese e specifiche ricerche in merito (forse avrei dovuto!),  avevo raggiunto il convincimento che i romanzi gialli, anche i migliori, non venissero accreditati come letteratura , bensì come romanzi di genere. Non starò a ripetere quanto già detto nella Riflessione sul giallo. Soltanto una aggiunta: Italo Calvino, autore che mi piace molto, (ma non nei romanzi, soltanto nei saggi!) diceva nel 1959: ” … non c’è stata una rinascita del romanzo attraverso i gialli, né attraverso la fantascienza. Pochi gli esempi positivi nel primo caso, pochissimi nel secondo. Risposte a 9 domande sul romanzo. 38 -39 Nuovi Argomenti. Detto questo …

Nel post precedente (Scarpe da tennis) cì è stata una meditazione sulla vita che cambia. Una riflessione da pessimista, bicchiere mezzo vuoto, la vita che cambia in peggio. Invece stavolta c’è una novità, del tutto inattesa. E sembra un cambiamento positivo.  Sono ricominciate le scuole ed ho visto l’antologia di Adrian per la terza media. Non ci volevo credere!

Consentitemi un’osservazione fuori tema. Mi dovete dare atto di non aver detto: Ke la vita Kambia né che Adrian fa la terza midia! Forse non sono del tutto stronzo! ( Non è detto. Questo è un tipico esempio di autoglorificazione.)

La novità è che nell’antologia tra i soliti autori ci sono: Conan Doyle e Sherlock Holmes, Simenon e Maigret, Chandler e Philip Marlowe, Agatha Christie e Poirot, i cugini Dannay e Lee con Ellery Queen, Camilleri e Montalbano.

Cazo! (Come diceva Adrian quando non aveva ancora le doppie.)

Vuoi vedere che qui qualcuno dice: Questi sono gli epigoni dei romanzieri dell’ottocento! Vuoi vedere che qualcuno comincerà a dire: I romanzi devono essere divertenti, appassionanti e magari alla portata non dico di tutti, ma almeno di quelli che hanno voglia di leggere ( e non sono tanti.)

Incensare romanzi pallosi e poco comprensibili è un’altra delle innumerevoli forme di autoglorificazione.

Puoi lasciare un commento a questo post, o fare un trackback .


1 Commento per “Antologia”

  1. ciuffo scrive:

    ciao Mezzanotte,
    utilizzo questo modo anche se l’articolo non lo letto(non ho mai capito perchè non hai mai pensato a una discussione generica) per dirti che come promesso ho letto il tuo ultimo libro( sono arrivato a pag. 270)per darti i miei pareri,
    La trama è decisamente buona(io toglierei il primo manoscritto).La scrittura prima lenta poi sempre più incalzante fa un ottimo effetto( toglierei qualche ” CAZZO con una o due Z “.L’Indizio più importante credo sia Quello delle FOTO;non l’ho ancora capito ma spero che sia relativo al contenuto delle foto e non della loro numerazione.Vedo molti motivi autobiografici che mi sono piaciuti.Quando ho finito di leggerlo, ti dirò chi per me ha ucciso Silla ( le citazione storiche sono molto precise), in quanto credo che Marini sia morto di morte naturale??. Un ultimo consiglio cambia la copertina è proprio brutta.
    Di cosa sto parlando; del tuo ultimo libro ” L’ Enigma di Mezzanotte “

Commenta questo post