HOME » A Ciuffo.
21
giu

A Ciuffo.

scritto da Sergio , in: Giallo

Spero, per il bene della sicurezza pubblica che lei non sia un investigatore professionale. Un commissario o un ispettore o un maresciallo maggiore nei Carabinieri, ( al più potrebbe essere l’ispettore Coliandro!).  Tampoco un detective privato: farebbe la fame! Vediamo perchè. Caro Ciuffo, lei pur disponendo di informazioni privilegiate ( pertanto passibile di un’accusa di insider trading!) non giunge a conclusioni corrette.

Io non ho scritto per gli spammers, che come ben sa non leggono i posts, tampoco i commenti. Ho scritto per i miei soliti eventuali lettori. Pertanto cade il discorso: pensi che gli spammers sono tutti inglesi. Quelli per cui scrivo sì, sanno tutti l’inglese, altrimenti come potrebbero aprire un ristorante a New York? In uno dei miei posts ho chiaramente indicato per chi scrivo, vale a dire le caratteristiche comuni a tutti i miei lettori.

Da questo punto di vista, lei caro Ciuffo è un lettore anomalo. Infatti sospetto che non abbia l’intenzione di aprire un restaurant a New York! E neanche  di andare in precedenza a Londra  a fare un corso di cucina.

Sospetto, (sospettare è il mio mestiere!) che di corsi di cucina lei non intende farne , né a Londra né altrove ( anche se , magari, le farebbero comodo.)

Lamentarsi dello spam è banale. E’ come lamentarsi del caldo afoso o delle tasse! Però ho trovato che nella versione originale (inglese) le frasi accattivanti, fornite allo scopo di insinuare spazzatura fra commenti autentici, posseggono nella loro enfasi un involontario effetto comico, un sollievo per i miei lettori spesso depressi, nelle presenti circostanze.

Puoi lasciare un commento a questo post, o fare un trackback .


Commenta questo post